Get Adobe Flash player
orario_messe_4

IN EVIDENZA

2 OTTOBRE – Ore 19

S. MESSA e Incontro con i Novizi della
Congregazione di S.G.B. Piamarta
Sono invitati tutti i giovani!


8 OTTOBRE

Festa di inizio delle attività di tutte le realtà parrocchiali


Pellegrinaggio in TERRA SANTA
“Storia e geografia della salvezza” (Paolo VI)

1 – 8 gennaio 2018   Referente: Flora Boschetto

La Fontana di Sant’Anna

La Fontana di Sant’Anna

Periodico della Commissione Anziani

Newsletter S.Anna

Iscriviti alla nostra newsletter e ti terremo informato:

* Questo campo è obbligatorio
Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Visitatori Online

Visitatori online – 35:
Utenti – 0
Ospiti – 15
Bots – 20
Il numero massimo di visitatori è stato – 2016-09-03:
Tutte le visite – 5438:
Utenti – 389
Ospiti – 4213
Bots – 836
browser – Firefox 41.0

Missione Luanda

Cari tutti,
Questa pagina non verrà più aggiornata, verrrano inserite solamente le nuove foto inviate da P.Paolo. 
Per ricevere notizie dalla missione Luanda e per restare in contatto con Padre Paolo, vi invito ad iscrivervi alla Newsletter Luanda dal seguente sito: http://www.piamartaluanda.it 
 
Grazie
Admin
 
 
 

.:02/02/2013:.

Bom dia a tutti,

Siamo al giro di boa del mio primo mese africano. Devo dire che è passato in fretta e che la “saudade” per ora non si è fatta troppo sentire. Le giornate scorrono in modo regolare: preghiera, studio, incontri. Non è un ritmo frenetico ma direi “cadenzato” che ti fa gustare il tempo e ti permette di ascoltare, osservare, riflettere, interiorizzare. Certo porto nel cuore le tante persone con le quali ho condiviso la mia vita a Maderno, Brescia , Roseto, Pontinia, sono doni che il Signore mi ha dato e che mi accompagnano in questa nuova esperienza.La prima Messa in portoghese è andata abbastanza bene nessuno è scappato e questo è già un buon risultato. Domani si replica.
Martedì ho fatto il mio “debutto” al collegio dei docenti della scuola, una platea di oltre cento insegnanti dove mi sono presentato e ho espresso i miei auspici per il nuovo anno scolastico. Ho dovuto prepararmi un giorno intero per parlare 3 minuti , ma devo dire di essere andato bene. Il portoghese migliora ma credo che per molto tempo ancora sarà mischiato all’italiano e al bresciano ma … l’importante è farsi capire. Siamo ancora in tempo di ferie, la scuola inizia mercoledì della prossima settimana e questi giorni tranquilli mi hanno fatto comprendere come sia importante vivere nella mia vita ciò che è essenziale.
“Ciò che conta è amare”. Ed è vero. Dio ci ha fatti per LUI, e LUI è AMORE.
Dice R. Walser: “Chi non ama non ha esistenza, non c’è, è morto. Chi ha voglia d’amare risorge dai morti, solo chi ama è vivo”. Noi europei talvolta siamo presi da tante cose, lavoro, impegni, frenesia della vita, preoccupazioni, esigenze che la società ti impone (moda, confort, immagine) e ci dimentichiamo dell’essenziale: ciò che conta è amare, il resto è relativo. Allora vivi la tua vita con amore, lavora con amore,studia, con amore parla con amore, guarda con amore, prega con amore, soffri con amore, stringi i denti con amore e ti accorgerai di non essere solo, di avere Qualcuno accanto che ti accompagna e ti sostiene.
S. Paolo nella seconda lettura di domani c’è lo ricorda: “ Agora permanecem estas tres coisas: a fè, a esperanca e a caridade,; ma a maior de todas è a caridade”. = AMORE. = DIO.
Una buona settimana a tutti nel nome del Signore.
P. Gian Paolo
P.S. : Se credi utili questi scritti condividili con i tuoi amici di Fb.
Ricordo che ci si può iscrivere alla new letter sul sito: santannapontinia.it … passa parola …


.:26/01/2013:.

Boa tarde, Carissimi

Il mio portoghese, pian piano migliora. Il professor Mauro  mi incoraggia e anch’io sono abbastanza soddisfatto. Domani per la prima volta (per motivi di forza maggiore, P Josè e malato), celebrerò la mia prima messa nel santuario. Io presiederò il diacono Paulo farà l’omelia. Speriamo di non far ridere troppo l’assemblea. 
Il fatto significativo della settimana è la partenza di P. Enzo superiore generale, che dopo tre settimane di accompagnamento, è ritornato ieri a Brescia. Ora me la devo vedere da solo, speriamo bene. 
In questa lettera vorrei soffermare  il mio dire sulle liturgie eucaristiche che si vivono qui a Luanda. Devo innanzitutto dirvi che sono molto coinvolgenti: il canto soprattutto crea un atmosfera che ti fa nascere dentro la comunione con Dio e con i fratelli.
Domenica scorsa ho concelebrato due S. Messe. Una alle 7 in una cappella della parrocchia ( ce ne sono 5) e l’altra  nel santuario.
Alla cappella S. Famiglia mi ha colpito la partecipazione della gente. La cappella è in costruzione, si deve finire il pavimento, in fondo c’è  ancora un mucchio di sabbia, la gente ci mette le sedie sopra. Ci sono tante persone,  tanti bambini, tutti vestiti “ dalla festa”. Le donne sopra il vestito hanno un drappo particolare che mettono per venire in chiesa.  Tutti cantano, pregano. Commovente l’offertorio, giovani, donne, uomini offrono quello che possono. Tutto è coordinato da laici: commenti, accoglienza,chierichetti,  offerte, avvisi. Ogni messa ha una “corale” diversa. Domenica era il turno di un  gruppo formato prevalentemente da giovani e ragazze adolescenti. Alla fine della messa la coordinatrice della cappella negli avvisi dice  gli incaricati della domenica successiva che in settimana si incontrano per prepararsi. 
Nel santuario, anche qui canti, danze,ma ciò che più mi ha colpito, la presenza “rumorosa” dei bambini. Saranno stati 400, tanti tanti. E’ impressionante vederli insieme. I momenti dove li vedi attenti è quando si canta (per fortuna si canta molto). 
Le S. Messe in Africa sono (nonostante il caldo) un po’ lunghe ma la gente è abituata.
Rifletto e penso a qualche nostra Messa italiana, dove ci sono solo persone anziane, i giovani e i ragazzi non si vedono, nessuno  canta, il prete deve fare tutto da solo, se la predica dura   più di 8 minuti si comincia a sbuffare …. Dobbiamo imparare molto da queste giovani chiese dove la partecipazione dei laici è molto forte.
Vi lascio con una frase della seconda lettura della messa di domani: “Vòs sois corpo de Cristo e seus membros, cada um por sua parte.”
Preghiamo perché possiamo sentirci parte del Corpo di Cristo e di saper sempre fare la nostra parte.
Ogni mattina quando ci alziamo e ci guardiamo allo specchio diciamoci sempre: “Tocca a me. “
Un abbraccio a tutti e una buona settimana, che il Signore ci accompagni.

P. Gian Paolo


.:19/01/2013:.
Carissimi,
Questa seconda settimana a Luanda è passata in modo “africano” con ritmi lenti e cadenzati. Le giornate sono state caratterizzate dallo studio della lingua e da incontri di conoscenza delle varie attività con i padri responsabili che attualmente le stanno portando avanti.
I settori che caratterizzano la nostra opera a Luanda sono tre:
  • La scuola (dalla prima alla decima-prima 4035 alunni ) dove lavorano P. Bejamin (cileno) e il diacono Paulo (angolano)
  • La Parrocchia di S. Matteus con cinque cappelle guidata dai P. Raimundo e Francisco (brasiliani) il diacono Cruz (angolano)
  • Il seminario con una quindicina di seminaristi fino ad oggi diretto da P. Giuseppe Scolari.
Il mio incarico sarà di coordinamento generale come Superiore della comunità e in particolare la formazione dei seminaristi.
In tutti ho visto volontà di fare per continuare e incrementare l’opera che con il passare degli anni si è radicata e consolidata. Speriamo di non deludere le attese. L’impresa non è tra le più semplici ma confidiamo nell’aiuto del Signore e anche nella provvidenza che ci sostiene attraverso i benefattori.
In questa settimana ho sentito e visto molte persone attraverso i moderni mezzi di comunicazione. Fa bene sentire qualche voce amica, per questo vi ringrazio.
Molti mi chiedono: cosa mangiate? Beh, ho un po’ di nostalgia degli arrosticini …. Ma non moriamo di fame, certo non c’è la pastasciutta come in Italia, nemmeno il vino e la grappa.
In compenso però il riso non manca mai, fagioli, pollo, pesce (ma fin’ora l’ho evitato). Una volta al giorno la frutta, mele, banane. Qui il costo della vita è molto alto e certo non possiamo permetterci di comprare cibo che ha prezzi proibitivi per le nostre tasche.
 
Em cada um se manifestam os dons do Espirito para o bem comun” così S. Paolo ci dice nella seconda lettura di questa domenica. Prego e vi invito a pregare perché possiamo sempre essere docili all’azione dello Spirito che ci è stato donato nel giorno del battesimo, per fare ogni giorno la nostra parte per il bene di tutti e sopratutto di coloro che sono in difficoltà, soffrono, vivono nel disagio o nella povertà.
 
Un abbraccio fraterno , buona settimana e un saluto anche dal nostro “gallo” che canta dalle 5 di mattina fino a sera .
 
Padre Gian Paolo

.:13/01/2013:.

Carissimi

Le giornate scorrono velocemente anche nella calda quiete dell’ Africa. I ritmi della comunità sono molto ben scanditi. 5.45 Sveglia, 6.30 Meditazione Lodi e S. Messa, 7.45 colazione, poi ciascuno va alla sua occupazione, chi in parrocchia, chi a scuola. Alle 12,15 Pranzo. Dopo un breve riposo si riprendono le attività . 18.30 Vespro e S. Rosario. 19.30 Cena 21.30 Compieta.

Questa settimana c’è stata l’assemblea intercapitolare, incontro a metà sessennio di verifica , con tutti i religiosi piamartini dell’Angola (12) con il Superiore generale.
Siamo andati poi per uffici per ottenere il visto di soggiorno. L’ operazione è stata un po’ “movimentata”, soprattutto per il traffico “infernale” che abbiamo dovuto affrontare per due mattine, ma sembra che ce l’abbiamo fatta.

E’ in mezzo al traffico di Luanda che ho ricevuto la notizia che il Padre ha chiamato a sé Ersilia. Ogni giorno ho pregato per la sua guarigione, ma il Signore ha voluto diversamente. Tutta la comunità di Luanda ha pregato il Rosario e la S. Messa per Pasquale , i suoi piccoli e la sua famiglia,perché possano affrontare con coraggio questo momento. Il Signore sa , Lui è il Signore della vita e non ci abbandona.

In questi giorni cercando un testo sul Pc , ho aperto per caso una canzone dei Gen che mi è risuonata nel cuore negli spostamenti in mezzo al bairo dove è inserita la missione.
Dice: “Prenditi cura di me, perché se non lo fai tu chi lo farà?
Vedendo tanti bambini, per strada, vedendo tanta gente povera, non posso far finta di niente, non posso  starmene tranquillo, devo fare la mia parte. Passando per le strade di Luanda ho sentito che il Signore mi chiama a condividere con queste persone un tratto della mia vita.
Il Signore chiama tutti noi a non stare alla finestra, ma a metterci in gioco per portare nel mondo , un po’ di amore, di comprensione, di giustizia di solidarietà. Dove c’è amore lì c’è DIO.

Un abbraccio e una buona settimana a tutti

P. Gian Paolo


.:05/01/2013:.

Carissimi

Mi faccio sentire dopo otto giorni in terra africana. Siamo partiti Venerdì 28 dicembre da Milano. Mi accompagna il P. Superiore generale. Approfittiamo per andare in Mozambico a visitare la comunità di Mocodoene, nota a Pontinia per il sostegno che sta dando l’associazione VELA. Scalo ad Addis Abeba in Etiopia e arrivo a Maputo capitale alle 13.30 di sabato. Ci attende un viaggio in macchina di 550 Km. Arriviamo alla missione alle 23. Ci accoglie la comunità con P. Mario italiano , P. Igino e il diacono Pedro , angolani, Fratel Gerardo brasiliano. La cosa che più impatta è il caldo.

Dall’ inverno italiano all’estate africana, una bella escursione termica. La missione ferve di opere, servirebbero persone che aiutano i padri
soprattutto per l’azienda agricola che si sta tentando di realizzare grazie anche a un progetto del Ministero degli Esteri Italiano. Siamo rimasti in Mozambico fino a venerdì 4 e alle 15 siamo arrivati a Luanda capitale dell’Angola mia nuova destinazione. Ad attenderci in aeroporto P. Scolari, attuale superiore , il diacono Crus e Aniceto un seminarista. Il caldo è forte il termometro segna 33 gradi.

Dopo 45minuti di macchina nel caos della capitale, eccoci alla nostra casa, l’Istituto Joao Piamarta , una grande scuola, il grande santuario dedicato a S. Giovanni Piamarta, il seminario, la casa dei Padri . Siamo in tempo di vacanze. La scuola inizia i primi di febbraio. I cortili sono deserti. Dopo un po’ di relax celebriamo la S. Messa , i vespri e il rosario. E’ emozionante sentire il canto e vedere questo gruppo di giovani (una quindicina) in preghiera. Dentro di me nasce la domanda: “C’è la farò?”. Mi affido al Signore . Se Lui vuole non mi farà mancare la sua grazia.

Devo imparare tante cose, prima di tutto la lingua. Parlo portoghese-italo-bresciano, ma datemi un po’ di tempo. Dopo cena facciamo un po’ di fraternità con i padri della comunità: P. Benjamini (cileno, direttore della scuola) P. Raimundo, P. Francisco (brasiliani e responsabili della parrocchia), i diaconi Paulo e Crus, (angolani ) , prossimi all’ordinazione presbiterale.
La giornata si conclude con la preghiera comunitaria di compieta. Alle 10 tutti a nanna . La giornata in Africa comincia presto. Ora che è tempo di ferie alle 5.45 normalmente alle 4.45.
Per il momento la salute è buona, ci sono le zanzare ma speriamo di difenderci, se Dio viole che stia qui mi darà la salute, altrimenti farò altro. In questi giorni devo organizzarmi , appena possibile vi comunicherò il mio nuovo numero di telefono
africano. Cercherò ogni settimana di darvi mie notizie. Sarò felice di avere le vostre.
Speriamo nei prossimi giorni di ottenere il visto di permanenza, perché altrimenti dovrò ritornare in Italia…
La burocrazia africana è peggio della nostra .
Vi augurò un felice anno, che il Signore vi accompagni.

Un Fraterno abbraccio
P. Gian Paolo

Una risposta a Missione Luanda

  • VERA scrive:

    Ben arrivato. La prima settimana di Africa mi sembra che abbia ridato “vita” alle tue parole e anche le zanzare si dovranno arrendere all’effervescente Padre Paolo. Ti ricordiamo sempre nella preghiera , con affetto Vera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

piamarta3
Agenda
lun 16 Ott
  • 00:00 ~ 23:59
    Inizio Catechesi Ragazzi
  • 21:00 ~ 22:00
    INCONTRO BIBLICO di formazione sulla Parola di Dio
mar 17 Ott
  • 21:00 ~ 22:00
    S. Rosario nelle Famiglie
  • 21:00 ~ 22:00
    Ufficio Pastorale giovanile e Vocazionale Incontro presso la Parrocchia di S. Lucia - Sezze
mer 18 Ott
  • 21:00 ~ 22:00
    S. Rosario dei Giovani Piazza Gigli – Zona Musicisti (preparato dal Gruppo Sportivo)
gio 19 Ott
  • 21:00 ~ 22:00
    Incontro Ministranti adulti
  • 21:00 ~ 22:00
    Gruppo SCOUT – incontro dei genitori
ven 20 Ott
  • 18:00 ~ 19:00
    Adorazione comunitaria al Santissimo per le vocazioni
  • 19:00 ~ 20:00
    Percorso “Primi passi per Educatori ACR” Diocesano
sab 21 Ott
  • 15:30 ~ 16:30
    Incontro di preparazione ai Battesimi
dom 22 Ott
  • 00:00 ~ 23:59
    Giornata missionaria mondiale
  • 11:00 ~ 12:00
    “GIOCA CON NOI, ADOTTA UN REPARTO” Torneo di beneficienza per sovvenzionare un Reparto all’Ospedale (Rotary – Interact)

Gallerie Fotografiche

dscf0730 dscf0744 dscf1419 dscf3270 foto-terra-santa-444 dscf3814 dscf6909 dscf7260 luanda-011 dscf7769 Immagine 109 Immagine 113

Omelia Cardinale Martino

Ideologia Gender Part 1

Ideologia Gender Part 2

Dolore e morte

Sostieni anche tu lo SCAIP

Sostieni anche tu lo SCAIP

Il tuo 5×1000 allo SCAIP

Il tuo 5×1000 allo SCAIP

Donazione Paypal

Per la gestione del sito, le attività della parrocchia e per le persone bisognose.